Pure: la nuova collezione di tessuti Resstende

Emblema dell’inesauribile ricerca di Resstende che mira ad un’eleganza equilibrata, la nuova collezione di tessuti per tende a rullo proposta dall’azienda di Agrate Brianza sperimenta un nuovo concetto di sobrietà contemporanea, perfetta per gli interior dallo stile attuale.

“Semplicità sofisticata” è infatti il claim che accompagna la collezione Pure, un simposio di cromie neutre e texture naturali facili da approcciare, dove il lusso fa rima con essenzialità  ricercata appunto.

Trame chiare, effetti materici armonici, stampe speciali, raffinate finiture si mescolano per dare vita ad un rigore compositivo che contribuisce nel definire il carattere preciso alla stanza, dove la tenda da interno non si limita più ad essere mero complemento bensì come protagonista che contribuisce a definire lo stile della stanza. Lo studio stilistico della collezione invita alla libera messa in scena delle proprie inclinazioni. Con Pure Resstende dimostra come l’originalità nei tessuti delle tende contemporanee non conosca barriere, spostando in avanti il confine delle convenzioni per dare spazio alla creatività e al glamour più ricercato.

I tessuti Pure, abbinati ai sistemi tecnici di Resstende, diventano uno strumento che celebra a pieno il comfort funzionale delle tende tecniche nell’ambiente domestico, filtrando la luce e smorzando gli effetti del calore all’interno della stanza, garantendo al contempo la privacy necessaria. La collezione Pure si configura quale simbolo di un nuovo modo di concepire la tenda da interno che esprime un lusso discreto e composto, libero dalle tirannie delle mode passeggere.

Read More

Decreto crescita 2019

Agrate Brianza, 23 Luglio 2019
Oggetto: LEGGE 28 Giugno 2019 n°58 e “ECOBONUS”

Gentili Clienti,
desideriamo informarVi in merito alla conversione in legge, avvenuta il 27.6.2019 del Decreto Legge 34/2019 cosiddetto ”Decreto Crescita” ed in particolare sull’art. 10 relativo alla detrazione fiscale per le schermature solari o ”Ecobonus”.

“1. All’articolo 14 del decreto-legge 4 giugno 2013, n. 63, convertito, con modificazioni, dalla legge 3 agosto 2013, n. 90, dopo il comma 3, è inserito il seguente:
3.1. Per gli interventi di efficienza energetica di cui al presente articolo, il soggetto avente diritto alle detrazioni può optare, in luogo dell’utilizzo diretto delle stesse, per un contributo di pari ammontare, sotto forma di sconto sul corrispettivo dovuto, anticipato dal fornitore che ha effettuato gli interventi e a quest’ultimo rimborsato sotto forma di credito d’imposta da utilizzare esclusivamente in compensazione, in cinque quote annuali di pari importo, ai sensi dell’articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, senza l’applicazione dei limiti di cui all’articolo 34 della legge 23 dicembre 2000, n. 388, e all’articolo 1, comma 53, della legge 24 dicembre 2007, n. 244. ((Il fornitore che ha effettuato gli interventi ha a sua volta facoltà di cedere il credito d’imposta ai propri fornitori di beni e servizi, con esclusione della possibilità di ulteriori cessioni da parte di questi ultimi. Rimane in ogni caso esclusa la cessione ad istituti di credito e ad intermediari finanziari)). (…)
3. Con provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate, da emanare entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, sono definite le modalità attuative delle disposizioni di cui ai commi 1 e 2, comprese quelle relative all’esercizio dell’opzione da effettuarsi d’intesa con il fornitore.” *

Questo articolo di legge offre al cliente finale una ulteriore opzione, in aggiunta a quella attuale che rende possibile la detrazione in 10 anni, con la quale può optare per uno sconto in fattura corrispondente al 50% dell’importo totale iva inclusa direttamente al proprio fornitore.
Questo “credito” che Voi avrete quindi acquisito nei confronti dello Stato, potrà essere esclusivamente compensato quale credito d’imposta nei 5 anni successivi.
E’ stato inoltre introdotto un nuovo emendamento che dà facoltà di un solo ulteriore passaggio all’interno della filiera, cioè è Vs facoltà cedere questo “credito d’imposta” ad un Vostro fornitore di beni o servizi, ed a quest’ultimo la facoltà di accettare, con specifica esclusione di ulteriore cessione da parte di questi ultimi.
Rimane in ogni caso esclusa la cessione ad istituti di credito o ad intermediari finanziari.

L’opzione che il Vostro cliente può esercitare obbliga il fornitore, cioè Voi, a dare lo sconto in fattura a meno che, prima di ogni trattativa commerciale sul prezzo, non venga indicato chiaramente e controfirmato che il cliente rinuncia all’opzione di sconto in fattura, come previsto dal D.L.34/2019. Mentre la cessione ad un fornitore di beni e servizi è facoltativa, per entrambi, perciò il Vs fornitore può decidere di non accettare la cessione del credito.

LA POSIZIONE DI RESSTENDE:
Vi informiamo che Resstende con riferimento al Decreto Legge 34/2019 convertito nella Legge 58/2019 giovedì 27 giugno e alla possibilità di retrocedere ai propri fornitori il credito fiscale conseguito nel rapporto con un cliente che ne ha diritto per avere acquistato prodotti che godono delle detrazioni fiscali, così come previsto dal Decreto Legge 4 giugno 2013, n. 63, convertito, con modificazioni, dalla legge 3 agosto 2013, n. 90 , dichiara fin d’ora di non accettare la cessione di crediti fiscali ivi compresi quelli di tale natura, non avendo, poi, voci e imposte da compensare.
Pertanto, a far data da oggi, e salvo successiva diversa comunicazione, tutti i nostri rapporti saranno regolati come vincolati alla inapplicabilità, nei nostri confronti e da parte Vostra, di tale retrocessione.

Ricordiamo che la possibilità di detrazione da parte del cliente finale in 10 rate annuali sussiste ancora e rimane invariata.

INDICAZIONI DI SALVAGUARDIA PER I PREVENTIVI – OFFERTE – QUOTAZIONI:
La invitiamo a valutare con particolare attenzione l’opzione di sconto in fattura del 50% chiarendo da subito la Sua posizione: nel caso valuti l’opzione non sostenibile per la Sua azienda, suggeriamo di specificare fin dalle fasi iniziali del rapporto con il cliente finale la non accettazione della cessione del credito fiscale per gli interventi di efficienza energetica con lo sconto menzionato, indicando chiaramente nell’offerta, nel preventivo, nel contratto di vendita e in qualunque altro documento commerciale, una formula di salvaguardia quale può essere la seguente:

“Per tutti i prodotti soggetti ad Ecobonus, questo preventivo/ offerta/ quotazione esclude che la Società ……………………………………assuma come forma di pagamento l’opzione attribuita dal Decreto Legge 34/2019 (Decreto Crescita) successivamente convertito nella Legge 58/2019 per la cessione del credito fiscale per gli interventi di efficienza energetica (cosiddetto Ecobonus) per uno sconto equivalente in fattura, non avendo la Società…………………………………… capienza fiscale da utilizzare in tal senso ed a tal fine.
Pertanto, con l’accettazione di questa offerta/ preventivo/ proposta il cliente con piena consapevolezza dell’intero prezzo da pagare rinuncia espressamente all’opzione attribuitagli dalla Legge 58/2019 per la trasformazione del credito fiscale (Ecobonus) in sconto fattura.”
(È necessaria la firma del Cliente.)

Scarica il vademecum decreto crescita 2019

In ogni caso, restiamo in attesa della circolare attuativa dell’Agenzia delle Entrate, senza la quale non è possibile attuare il provvedimento.

Cordiali saluti.
Marketing Department
Resstende Srl

Read More

NANO System: un mondo di novità

Resstende presenta il nuovo sistema NANO, con un funzionale restyling del sistema di aggancio.

 

Un innovativo sistema di fissaggio delle guide più sicuro, resistente e semplice da installare.

 

Un comodo profilo adesivo viene inserito alla guida e poi incollato direttamente sul vetro.

 

La tenda in questo modo è ancora più semplice da montare, anche grazie alle clips adesive per il corretto posizionamento delle guide.

 

TUTTI GLI ORDINI, A PARTIRE DAL 7 OTTOBRE VERRANNO EVASI CON IL NUOVO SISTEMA.

 

Il vostro agente di zona provvederà a consegnarvi le nuove cartelle colori e illustrarvi gli aggiornamenti tecnici.

 

Per qualsiasi ulteriore informazione e un preventivo senza impegno contattate venditeitalia@resstende.com

 

Scaricate i manuali di Montaggio per comprendere al meglio il nuovo funzionamento.

Scarica il documento

Read More

Listini prezzi 2015

LISTINI PREZZI 2015 | 06/11/2014. 

Egregi Signori,
La presente per informarvi che, con decorrenza 1° GENNAIO 2015, i listini relativi a tutti i  prodotti
da Voi acquistati subiranno un aumento pari al 5%(cinque).
L’aumento sarà applicato ai seguenti listini:
– TENDE CONFEZIONATE  RESSTENDE 2013
– COMPONENTI  RESSTENDE 2013
– TENDE CONFEZIONATE LAYLIGHT 2014
– COMPONENTI LAYLIGHT 2014
– SISTEMA QMOTION® 2013
– SISTEMA ROMAN SHADE
– COMPONENTI ROMAN SHADE
– BINARIO MOTORIZZATO ECR50
– NANO 2013
Stiamo predisponendo l’aggiornamento dei listini per il 2015 che saranno disponibili nei primi mesi del nuovo anno, anche se l’aumento si applicherà su tutti gli ordini confermati dal 1° Gennaio 2015 in poi.
Nel rinnovare la nostra volontà per una continua e proficua collaborazione, restiamo a disposizione per ogni ulteriore informazione o chiarimento.
Direttore Generale Resstende
FABIO GASPARINI

Scarica il documento

Read More

Nuovo listino accessori e profili per tende a rullo 2013

GENTILI CLIENTI, 

la presente per informarvi che a partire dal 2 SETTEMBRE 2013 entrerà in vigore il nuovo il LISTINO ACCESSORI E PROFILI PER TENDE A RULLO 2013.

La versione digitale dello stesso è disponibile con decorrenza immediata nell’area download del ns. sito www.resstende.com, previa registrazione.

Il presente Listino annulla e sostituisce tutti i precedenti.

Distinti saluti
Resstende

info@resstende.com
venditeitalia@resstende.com

 

Il Listino Accessori e Profili è disponibile solo in versione digitale.

Scarica il documento

Read More

Obbligo di schermature solari esterne per il risparmio energetico!

Il 31% dell’energia elettrica e il 44% dell’energia termica (combustibili) vengono utilizzati in ambito residenziale, in uffici e aree commerciali. Buona parte di queste fonti energetiche sono destinate alla climatizzazione dei locali (riscaldamento invernale e rinfrescamento estivo). L’illuminazione di interni ed esterni, incide per un terzo circa della bolletta elettrica nel settore civile!

Il decreto legislativo n. 192/2005 modificato dal D.Lgs. 311/2006, recepisce la direttiva comunitaria 2002/91/CE sull’efficienza energetica in edilizia, stabilendo i criteri, le condizioni e le modalità per migliorare le prestazioni energetiche degli edifici al fine di favorire lo sviluppo, la valorizzazione e l’integrazione delle fonti rinnovabili e la diversificazione energetica. Il decreto contribuisce inoltre a conseguire gli obiettivi nazionali di limitazione delle emissioni di gas a effetto serra posti dal protocollo di Kyoto.

Il decreto introduce l’obbligo, per tutti gli edifici di nuova costruzione di superficie superiore a 1000mq, di rilasciare un “certificato energetico” rispetto ai requisiti minimi di prestazione energetica dell’edificio. La normativa introduce l’obbligo di verifica dell’esistenza di opportune schermature solari già in fase progettuale, e riconosce alla tenda (esterna o interna) un ruolo fondamentale per ridurre il carico solare nei mesi estivi.

Questa prescrizione è obbligatoria dal 1° luglio 2007.

In base al D.Lgs. 192/2005 agli edifici verrà assegnata una “classe energetica” che ne stabilirà il fabbisogno energetico in termini di riscaldamento, condizionamento, luce ecc. Diventa importante per il progettista e l’architetto valutare con attenzione tutti i contributi che possono essere sommati per raggiungere una classe “più alta”, che si traduce in:

  • valore maggiore in fase di compravendita
  • una minore aggressività fiscale
  • minori costi di esercizio

Per essere efficace nel regolare la temperatura una buona protezione solare deve essere situata all’esterno : così è possibile ridurre fino al 60% sui costi della climatizzazione del locale!

L’efficacia di una tenda dipende non solo dalla tipologia ma soprattutto dalla scelta del tessuto. Le caratteristiche importanti sono:

  1. Fattore d’apertura 3-10% : meglio maggior apertura per esterni – buona circolazione d’aria e più trasparenza
  2. Protezione termica : meglio colore scuro (maggior assorbimento) per tende esterne e chiaro per tende interne (minor assorbimento)
  3. Per tende interne deve essere preso in considerazione anche la reazione al fuoco

I principali tessuti idonei allo scopo sono : SUNSCREEN e SOLTIS.

Read More