Le nuove prospettive per il 2021, parola a Fabio Gasparini

Resstende è una società ben radicata nel tessuto economico lombardo e italiano, ma per il prossimo biennio si pone come obiettivo una presenza sempre più forte su alcuni mercati target a livello internazionale.

Il Paese del Dragone resta uno dei focus principali nella strategia di espansione. La sede Resstende Shanghai Noosa, coordinata da Kenzo Tamada, è identificata come il trampolino di lancio per l’espansione in tutto il Continente. Fondamentale sarà la presenza fisica presso R+T Asia che si terrà a Shanghai nel mese di marzo 2021.

«Poter riprendere il contatto diretto e con i clienti è per noi fondamentale. Il digitale è uno strumento valido e utile per mantenere vivo il rapporto con le controparti in tutto il mondo in questo momento emergenziale, ma niente è come l’incontro fisico. R+T Asia è il primo passo verso il ritorno tanto desiderato verso la normale attività», commenta Fabio Gasparini, General Manager Resstende.

Gli altri mercati target analizzati spaziano dal Continente Europeo a quello Americano. «In Resstende non ci poniamo limiti e siamo sempre attenti allo sviluppo di nuove possibilità. In Europa sono presenti mercati ancora di nicchia nei quali stiamo emergendo come realtà di riferimento. Non è necessario attraversare gli oceani per trovare l’oro, basta superare il Mare Adriatico. I Paesi Balcanici e la Grecia sono in un momento di forte espansione per ciò che riguarda il nostro settore, una nuova consapevolezza si sta sviluppando in merito alle schermature solari di design e di alta qualità. Spostandoci in un contesto diametralmente opposto, Stati Uniti e Canada si stanno rivelando un ottimo interlocutore per progetti di ampio respiro e di grande risonanza. Il Made in Italy è la qualità che viene più ricercata e apprezzata dai clienti all’estero e che ci contraddistingue da sempre. Per conquistare i mercati internazionali bisogna puntare sulla qualità derivante dalla cura per il dettaglio e dall’amore che l’artigiano infonde nei suoi prodotti», conclude Fabio Gasparini.

Read More

Buone Feste e Felice Anno Nuovo da Resstende!

Sentiti auguri di Buone Feste e Felice Anno Nuovo da parte di tutto il team Resstende!

Le sfide che si sono presentate lungo il 2020 hanno spinto Resstende a ripensare sé stessa per adattarsi al meglio alle nuove necessità di sicurezza e affidabilità. Per garantire un luogo di lavoro sano ai collaboratori e, allo stesso tempo, un prodotto con gli standard qualitativi che contraddistinguono Resstende ai clienti.

Con la chiusura di quest’anno alle porte, la famiglia Gasparini ringrazia tutti coloro che hanno continuato a supportare Resstende nei momenti più complessi e chi ha continuato a pensare al futuro in modo ottimista e visionario.

Read More

Buone Feste da Resstende!

Quest’anno particolare e difficile sta giungendo al termine.
Vogliamo ringraziarvi della fiducia dimostrata
con l’augurio di un futuro colmo di serenità,
salute e successo.

Per infondere speranza abbiamo voluto sostenere la ricerca
con una donazione all’Istituto dei Tumori di Milano,
solo insieme progrediamo.

Read More

90 sistemi a rullo per il ristorante panoramico dell’Hotel dei Cavalieri

Il centralissimo Hotel dei Cavalieri di Milano è stato oggetto di un’importante rivisitazione in chiave contemporanea. Obiettivo: la ristrutturazione degli interni e la realizzazione di ulteriori piani dedicati alle camere. Il progetto, ad opera dello studio One Works, ha visto anche la creazione dei un ristorante panoramico posizionato al decimo piano dell’edificio. Il nuovo spazio necessitava di una schermatura solare che non impedisse la vista mozzafiato sullo skyline milanese, ma, al contrario la impreziosisse.

Il progetto
Resstende ha studiato, in accordo con l’arch. Pietro Bagnoli dello Studio One Works, un sistema di schermatura solare completamente custom made capace di integrarsi coerentemente con la storicità dell’edificio e che apportasse il giusto grado di innovazione hi-tech.

I project manager di Resstende, Angelo Furia e Rossella Gerosa, hanno dato il via all’installazione di 90 sistemi a rullo: 44 tende orizzontali e 46 verticali. Le piastre, sulla punta della copertura vetrata, sono state progettate per fungere da alloggio per i cavi delle tende orizzontali e da cassonetto delle tende verticali. Devono, quindi, essere in grado di unire i cavi delle tende orizzontali e il cassonetto delle tende verticali in una unica soluzione.

I sistemi a rullo
Per schermare le vetrate orizzontali è stato scelto il modello Dallas con cassonetto tondo CT 135 e Traction kit 75. Eleganti sistemi motorizzati dal design esclusivo e dall’alto contenuto tecnico, studiati appositamente per applicazioni esterne su facciate continue.

Per i sistemi verticali sono stati installati altri 46 modelli Dallas con cassonetto tondo CT 110 e Traction kit 55, l’esclusivo dispositivo di trazione forzata ideato per sistemi da esterno allo scopo di attribuire un’efficace tensione al telo in applicazioni verticali e orizzontali. Capace di contrastare la potenza del vento con l’energia controllata dei pistoni a gas alloggiati nel fondale tondo, il sistema assicura maggior stabilità alla tenda montata in ambiente esterno.

Il tessuto: Vuscreen Catania
La scelta tessile è ricaduta sulla trama color bianco/argento del Vuscreen Catania – cod. 31968, che, con eleganza sofisticata si inserisce nel design della terrazza dell’Hotel dei Cavalieri, lasciando trasparire lo skyline della city, senza che i visitatori vengano abbagliati dalla luce e, contemporaneamente senza oscurare la vista mozzafiato. Composto dal 100% in poliestere, presenta un fattore di apertura del 4%, un’ottima resistenza alla luce ed una caratteristica di idrorepellenza, ideale per le installazioni in esterno.

PROGETTO
Cronologia: 2017 – 2020
Location: Milano, Italia
Cliente: Generali Real Estate
Progettazione: One-Works
Foto: © Diana Lapin

Read More

Resstende realizza la schermatura solare negli uffici del MUSE di Trento

Resstende ha preso parte al progetto del nuovo avveniristico edificio del Muse – Museo di Scienze di Trento, progettato dallo studio d’architettura di Renzo Piano RPBW. L’intervento di installazione delle schermature solari si è svolto all’interno della parte dedicata agli uffici del Museo MUSE di Trento ed è di natura correttiva e migliorativa del comfort percettivo e ambientale secondo l’ottica del well-being nel mondo office. Gli ambienti oggetto di schermatura solare sono stati gli open space e gli uffici amministrativi, reparto comunicazione, presidenza e didattica.

Focus sul progetto
Resstende ha installando 24 sistemi a rullo modello Boston 110 abbinato al sistema Traction Kit 55 – esclusivo dispositivo di trazione forzata ideato per attribuire un’efficace tensione al telo in applicazioni verticali e orizzontali. Il modello Boston è studiato appositamente per le applicazioni sulle facciate, con l’obiettivo di far diventare la tenda parte integrante dell’architettura dell’edificio. Il cassonetto CT110 è in alluminio estruso, tutti i sistemi sono motorizzati e montati su una struttura di travi lignee inclinate a 50° tramite piastre a disegno.

Le schermature poste internamente all’edificio coprono diverse altezze: a partire dai 2 metri degli uffici amministrativi, arrivando a coprire gli oltre sei metri dell’open space che si sviluppa sulla doppia altezza. In quest’ultimo caso le tende convergenti coprono, ognuna, tre metri di altezza. L’eleganza dell’acciaio si affianca al legno delle travi esistenti senza invadere lo spazio, ma adattandosi con raffinatezza.

Per avere il minimo impatto ambientale ed architettonico gli agganci sono stati installati senza realizzare ulteriori fori sulle travi in legno. Inoltre, sono stati previsti attacchi elettrici in grado di impattare il meno possibile a livello estetico e staffe speciali per congiungere tutte le tende.

Il tessuto: Sunscreen Satiné 5501
Il tessuto scelto per la realizzazione delle tende è il Sunscreen Satiné 5501, della ditta Mermet, composto dal 42% in fibra di vetro e dal 58% in PVC; spessore di 0,55 mm ed un peso di 450 g/m2.
Il fattore di apertura del tessuto utilizzato è piuttosto ridotto (1%) e permette, quindi, di diminuire drasticamente l’abbagliamento generato dai punti di luce diretta, che le lamelle automatizzate già presenti sui vetri non riescono a contrastare completamente. Questo consente inoltre di abbattere consistentemente le temperature interne all’edificio, isolando il calore tra il punto di incidenza esterno (le lamelle) e il tessuto, installato internamente. La tenda diventa così fonte supplementare di raffreddamento passivo e soluzione di risparmio passivo di energia, quindi di costi.

PROGETTO
Cronologia: 2019
Location: Trento, Italia
Progettazione: Renzo Piano Building Workshop
Fornitore: Tendastil Snc
Fornitore tessile: Mermet s.a.s.
Photo ©Fabio Di Carlo

Read More