Teatro Goldoni

Teatro Goldoni

Sistema:

Sistemi ZIP – Serie Z

Progettista: 

Giuseppe Di Pietrantonio

Luogo: 

Livorno, Italia

Inaugurato nel 1847 su progetto di Giuseppe Cappellini, il Teatro Goldoni per oltre cent’anni ha allietato la passione operistica dei livornesi e nel 1921 ha ospitato lo storico congresso che vide la scissione del Partito Socialista con la nascita del Partito Comunista Italiano. Nel dopo guerra un lento ma inesorabile declino lo aveva prima trasformato in sala cinematografica e finalmente in chiusura. Oggi il Goldoni è splendidamente rinato su progetto dell’architetto Giuseppe Di Pietrantonio e sotto la supervisione dell’ingegnere Paolo Domenica per il comune di Livorno.

 

La caratteristica peculiare del progetto originario del Cappellini consisteva in una grande lanterna a vetri che si apriva sul soffitto della sala illuminandola a giorno e permettendo le rappresentazioni anche con luce diurna. Il progetto di copertura di questa lanterna, circa 600 m2 , si richiedeva la movimentazione che riproducesse l’effetto di un otturatore fotografico per filtrare la quantità di luce necessaria alla specifica esigenza. RESSTENDE ha realizzato appositamente per questo progetto 27 sistemi fissati ad una struttura realizzata con profili a “T” (conformati secondo una superficie a doppia curvatura e convergente verso il centro della sala), ognuno azionabile singolarmente, mosso da motori tubolari da 24V, appositamente costruiti dalla ditta Becker. Tutto il sistema è gestito da PLC Seimens con software di programmazione realizzato della società Domotik. Tutti i motori e meccanismi per la movimentazione sono stati collocati al perimetro della lanterna e un complesso sistema di binari, cavi e tiranti permette la chiusura e l’apertura delle tende. Il tessuto dei teli è stato prodotto appositamente da un azienda giapponese ed è composto di filo di vetro spalmato con schiumati poliuretanici per dare particolari prestazioni acustiche in quanto la copertura condiziona in buona parte della resa acustica del teatro.

Continuando ad utilizzare il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi